Gli spazi di coworking rappresentano in tutto e per tutto un nuovo modo di concepire l’attività lavorativa. Potremmo in effetti definirli “uffici 2.0”, nei quali tutti i professionisti sono coinvolti nella condivisione di un ambiente di lavoro in senso lato, così come delle sue risorse materiali e immateriali.

La possibilità di potersi relazionare non soltanto con professionisti dello stesso settore, ma anche di specializzazioni diverse con un approccio proattivo e collaborativo trasforma lo spazio di coworking in una vera e propria fucina di idee creative e stimolanti per tutte le persone coinvolte.

Lavorare in uno spazio di coworking porta con sé, inevitabilmente, un cambiamento sociale, economico e più di tutto culturale. È ormai chiaro che il lavoro stia cambiando, orientandosi verso una sempre maggiore flessibilità e fluidità che permette di adattarsi a un mercato cangiante e sempre più dinamico. In questo contesto è facile comprendere come l’ufficio, inteso nel suo significato tradizionale, stia lentamente passando di moda e sia inesorabilmente destinato a scomparire.

Al contempo, grazie a una richiesta sempre più massiva di freelance e collaboratori esterni da parte delle aziende, sia i liberi professionisti che le imprese in start-up si trovano nella condizione di dover svolgere la loro professione non soltanto in modo autonomo, ma anche – virtualmente – ovunque si trovino. È proprio in questo senso che gli spazi di coworking si rivelano risorse fondamentali per una performance professionale sempre migliore e più mirata.

Un altro fattore che spinge sempre più professionisti a condividere i loro spazi di lavoro è, chiaramente, di tipo economico: non tutti i freelance possono infatti permettersi l’affitto o addirittura l’acquisto di un proprio ufficio!

È così che gli spazi di coworking cambiano il lavoro, sia nella concezione teorica che a livello pratico.

I costi fissi di gestione vengono abbattuti, si implementa il concetto di flessibilità di impiego degli spazi e degli strumenti di lavoro, ma più di tutto si favorisce in modo positivo l’opportunità di creare vere e proprie comunità di professionisti nelle quali riconoscersi e con le quali creare.

Se dovessimo quindi individuare una serie di sinonimi per il coworking, sceglieremmo certamente collaborazione, condivisione, creatività, relazione, network. Fare rete è un concetto che trova sempre maggiore collocazione nelle attività attuali, nelle quali le tecnologie digitali hanno rappresentato il primo, importantissimo step nella costruzione di modelli di lavoro diversi in un momento di crisi in cui le modalità tradizionali hanno dimostrato di non funzionare più.

Sono dunque questi i tantissimi vantaggi di scegliere gli spazi di coworking come centro essenziale per il proprio lavoro, qui ripensato in chiave collaborativa e, di conseguenza, ancora più produttiva.

Cosa aspettate? Venite a conoscerci.

Contattaci

Nome e Cognome*

Email *

Telefono

Messaggio:

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Dec.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196